Agresto “Delle Crete”

Questo tipo di agresto ha colore ambrato tendente al granato. Odore di media intensità con predominanza del fruttato e delle note di vegetale fresco. Il gusto predominante è acido stemperato da leggera dolcezza. In generale è di facile abbinabilità e la tecnica di produzione è molto differente da quella usata per produrre l’agresto di San Miniato oppure l’agresto dolce forte in voga nel fiorentino.
Il condimento in uso nelle crete senese è senz’altro il più corrispondente alla definizione che ne da il dizionario Devoto Oli che alla voce agresto recita “ succo ricavato dall’uva acerba, che si adopera come condimento in luogo dell’aceto”. Molto versatile è il più adatto a sostituire l’aceto nei condimenti delle insalate.
La tecnica di produzione è molto diversa e anche se la base di partenza rimane l’uva immatura, la aromatizzazione avviene a freddo usando frutta in particolare mele, uva appassita , fichi etc. L’agresto delle crete prevede l’aggiunta di aceto di vino e un tempo di macerazione di qualche mese durante il quale il prodotto sviluppa una leggera fermentazione.
In terra di Toscana, ogni podere (ma quasi ogni famiglia in realtà) aveva la sua ricetta. Si distinguono quello proveniente dalle Crete senesi, quella fiorentina e quella proveniente da San Miniato ..terra di confine fra Pisa e Firenze.

Caratteristiche

Intensita colore 60%
60% Complete
Intensita odore 40%
40% Complete
Vegetale fresco 50%
50% Complete
Vegetale secco 0%
0% Complete
Vegetale cotto 30%
30% Complete
Fruttato 50%
50% Complete
Spezie 0%
0% Complete
Solufureo 0%
0% Complete
Acido 90%
90% Complete
Amaro 40%
40% Complete
Dolce 7%
7% Complete
Astringenza 60%
60% Complete
Struttura 30%
30% Complete
Viscosita 30%
30% Complete
Aroma di Bocca 40%
40% Complete
Armonia 50%
50% Complete
Persistenza gustativa 50%
50% Complete
Gradevolezza 65%
65% Complete
Altro 40%
40% Complete