L’agresto di San Miniato è un condimento realizzato aromatizzando l’uva immatura con erbe aromatiche molto comuni in Toscana come la cipolla, l’aglio, il dragoncello e altre ancora. Dalle testimonianze scritte raccolte intorno a questo condimento risulta che per la sua preparazione si provvedeva a una prima fase di essicazione dell’uva al sole dopo di che di procedeva alla pigiatura che rigorosamente doveva essere fatta da bambini perché il loro peso garantiva una pigiatura più soffice.
L’aromatizzazione di questo prodotto avveniva a caldo e in fase di ebollizione si aggiungeva miele e sale. Filtrato il prodotto veniva conservato in damigiane e non acquistava caratteristica di densità.
Questo tipo di agresto si presenta all’olfatto molto solfureo e la presenza dell’aglio gioca un ruolo importante anche per la destinazione d’uso in cucina. E’ un preparato adatto a piatti di carni. Buono su verdure cotte sia a vapore che in padella. E’ usato anche sulle insalate a condizioni che si ami il sapore della cipolla e dell’aglio.
L’agresto va usato in piccoli dosi perché la sua caratteristica acidula è molto evidente, è un condimento usato anche in cottura.